Zaia, no ad allungare le lezioni. Trattenere in classe i ragazzi fino a tutto giugno non è giusto

Lettura 1 min

Non ha trovato il consenso dei vertici scolastici l’idea ventilata dal premier incaricato di prolungare l’anno scolastico dopo le lunghe assenze in presenza per il Covid. Ma ora anche chi amministra dice la sua. Lo fa, dal popolare appuntamento Covid il governatore Zaia. “I ragazzi hanno studiato in Dad, rimanere in classe fino a tutto giugno sinceramente non lo trovo giusto – ha commentato il governatore veneto -. Se passa questo principio vuol dire che certifichiamo che la Dad non funziona, io invece ho notizie di ragazzi che lavorano anche molto di piu’. Far recuperare un mese perso andrebbe bene, ma qui non c’e’ un mese perso”.

Servizio Precedente

Sondaggio Ghisleri: con voto, centrodestra vincente

Prossimo Servizio

Inps toglie indennità per errore. La Corte Ue dei diritti umani: Violata la proprietà privata

Ultime notizie su Veneto