Risolto “giallo” rifiuti su scarpata Pedemontana veneta: Non pericolosi e abbandonati da terzi

Lettura 2 min

 I materiali gettati nella scarpata stradale della superstrada Pedemontana veneta sono “sacchi di plastica per calce, vuoti, di colore bianco e giallo”, relativi a “materiale non in uso nel cantiere di Pedemontana e non ricompreso nelle liste di approvvigionamento, peraltro non utile alle lavorazioni edili stradali”. Pertanto sono “rifiuti non pericolosi abbandonati da terzi”. Lo spiega Elisabetta Pellegrini, responsabile della struttura di progetto della superstrada, che questa mattina si e’ recata di persona in cantiere per verificare la situazione a seguito del video in cui si vede l’interramento dei rifiuti divenuto virale sabato. In cantiere, fa sapere la struttura di progetto dell’opera, erano presenti i carabinieri Noe e l’Arpav di Treviso.

Le lavorazioni riprese nel video virale di sabato scorso riguardano la formazione del manto di terra vegetale della scarpata nord dell’infrastruttura, che in quel tratto e’ realizzata in trincea. Il video e’ stato realizzato al chilometro 61 circa, nel territorio del Comune di Altivole, localita’ San Vito, in provincia di Treviso. In quel punto la scarpata stradale, gia’ stabilizzata ed ultimata da tempo, risultava interrotta per circa 200 metri in quanto quel punto serviva come discenderia al cantiere, ed essendo stato chiuso l’accesso all’area dei lavori si stava provvedendo alla ricostruzione della scarpata.

 Un ulteriore cumulo di rifiuti analoghi a quelli dissotterrati in seguito alla circolazione del video e’ stato rinvenuto piu’ a est, lungo il tracciato della Pedemontana. Le indagini concordate con Arpav alla presenza del Noe hanno previsto sondaggi di scavo sino al terreno di posa lungo tutta la tratta di scarpata ricostruita di recente e hanno evidenziato la corretta composizione dei materiali e l’assenza di materiali antropici. In relazione ai rifiuti trovati in seguito al video, il Noe procedera’ ora con le indagini raccogliendo anche le deposizioni dei tutti i soggetti coinvolti, e poi trasmettera’ la sua relazione all’autorita’ giudiziaria. 

Servizio Precedente

Aviaria sta dilagando in India. Oipa: allevamento intensivo miccia della diffusione. Consumi siano etici

Prossimo Servizio

Allarme criptovalute. Gran Bretagna avverte: rischio di perdere tutto

Ultime notizie su Veneto