In zona Pedemontana veneta zoccolo duro di anziani no vax: in 400 rifiutano dose

Lettura 1 min

Nella giornata di ieri l’Ulss Pedemontana ha registrato 400 defezioni alla vaccinazione contro il Covid da parte degli anziani. Lo segnalano il presidente della Regione Veneto Luca Zaia e l’assessore regionale alla Sanita’ Manuela Lanzarin, oggi in conferenza stampa dalla sede della Protezione civile regionale a Marghera. “La fascia pedemontana sapete che e’ un territorio in cui i no vax sono molto radicati… Questa e’ la motivazione che ci ha dato l’azienda sanitaria”, spiega Lanzarin. Nonostante il numero di dinieghi non indifferente, non c’e’ stato il rischio di sprecare dosi, perche’ “il rifiuto e’ avvenuto al telefono, nel momento di fissare l’appuntamento hanno detto che non sono interessati al vaccino”, conclude Zaia.

Servizio Precedente

Giudici contro Anm: No a Castopoli sulle vaccinazioni

Prossimo Servizio

Niente aiuti. Inizia la lunga marcia delle proteste: 6 aprile a Roma in piazza i ristoratori e le partite Iva

Ultime notizie su Veneto