In Regione Veneto torna il doge con la Repubblica Serenissima? La “svista” nell’ultima ordinanza di Zaia

Lettura 1 min

di Cassandra – L’ordinanza del 6 luglio 2020, la n. 64, “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da virus Covid 19, emessa nei giorni scorsi dalla Regione Veneto contiene una notizia bizzarra. L’allegato 1 del testo infatti indica i 36 stati comunitari dai quali, se si rientra in regione, non è obbligatorio effettuare un preventivo isolamento fiduciario di 14 giorni. Per chi torna a casa da paesi diversi da quelli elencati, occorre sottoporsi alla quarantena, come indica l’articolo 1 al punto 2.

Ma il fatto è che tra i paesi al 18° posto c’è anche l’Italia. Dunque rientrare o uscire dall’Italia è al pari di un avanti e indietro da uno Stato comunitario amico?

Che il Veneto sia tornata repubblica serenissima e non ce ne siamo accorti? Diavolo d’un Zaia, ce l’ha fatta sotto al naso e diventa doge?

Photo by Alessio Furlan 

Servizio Precedente

Zaia in Puglia, spuntano altre foto. Baci ed abbracci, nessun distanziamento ed assembramenti. Ma Crisanti cosa ne pensa?

Prossimo Servizio

Scuola con TSO obbligatori in un paese democratico? ...Democratico, ma per chi?

Ultime notizie su Veneto