Il Veneto anticipa vaccino a 50enni

Lettura 2 min

 Nessun azzardo con l’ottimismo, ma e’ un dato che la curva dell’infezione in Veneto e’ in continuo calo. Questo, come dice il presidente Luca Zaia, “non deve far abbassare la guardia”, ma anche gli algoritmi confermano che continuera’ il calo, e gli esperti confidano che la buona stagione, con la vita all’aperto, dara’ una mano. “Non e’ questo pero’ un salvacondotto per non portare piu’ la mascherina e non evitare gli assembramenti, che sono la vera preoccupazione”, aggiunge il governatore. Infatti la ‘zona gialla’ interpretata come ‘liberi tutti’ mostra le solite crepe: i Carabinieri hanno interrotto una festa abusiva in un capannone abbandonato, sui Colli Euganei, denunciando 13 persone. Nel Cadore, un focolaio di Coronavirus si e’ propagato dopo una festa di compleanno in casa con una ventina di ragazzi: i contagiati per ora sono 4. Le piazze delle citta’, con i maxi-plateatici di bar e ristoranti, sono affollate come nel periodo pre-Covid.

“Ma il virus c’e’ ancora” sottolinea sempre Zaia. Il Veneto intanto accelera ancora sui vaccini, e il buon ritmo delle somministrazioni – ieri 37.037 dosi inoculate – fa prevedere un netto anticipo delle vaccinazioni dei 50enni, una delle categorie per numerose, che sarebbe dovuta partire il 31 maggio. Ora e’ in corso la fase che riguarda la fascia 60-69, il 30% dei quali ha ricevuto almeno una dose. “Faccio appello alla categoria 60-69 perche’ si prenotino, i posti ci sono, anche a breve termine” ha detto Zaia. Nel caso non ci fossero prenotazioni a sufficienza, si creerebbero degli spazi che non possono essere lasciati vuoti. A quel punto “la vaccinazione dei 50enni sara’ anticipata. E’ verosimile che si possa iniziare intorno al 15-20 maggio – ha concluso Zaia – ma occorre vedere l’andamento delle prenotazioni”. L’ultima settimana e’ stata quella con il maggior numero di inoculazioni in assoluto, 254.501; nei magazzini delle sanita’ vi sono attualmente 275mila dosi. Il bollettino odierno vede 364 casi di contagio nelle ultime 24 ore e 4 decessi. Il totale sale a 413.506 malati dall’inizio della pandemia. L’incidenza dei positivi e’ del 3,82% su 9.537 tamponi effettuati. Stabile la situazione clinica, con 1.208 ricoverati nei reparti non critici (-1) e 183 (+1) nelle terapie intensive.

Servizio Precedente

Tira e molla - Torna in auge Astrazeneca per gli under 60, altrimenti non ci sono vaccini

Prossimo Servizio

Il 5 maggio Facebook decide reintegro di Trump sul social

Ultime notizie su Veneto