Covid. Zaia: discutibili linee guida per conteggio decessi: distinguere tra decessi ‘con’ e decessi ‘per’

Lettura 1 min

di Davide Parente – Le linee guida su cui si basa il conteggio dei decessi dei pazienti che hanno contratto il Coronavirus sono “discutibili”. Così il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, nel corso conferenza a Verona, come riporta l’agenzia Askanews.

“Ci dicono che un paziente che diventa positivo è un paziente Covid anche se è in ospedale come leucemico o malato terminale – ha evidenziato Zaia -. La scorsa settimana abbiamo avuto un paziente colpito da infarto ma positivo ed è stato conteggiato come decesso Covid. E’ una scelta imposta da linee guida discutibili, contestate da me da febbraio”.

Il governatore veneto si è poi soffermato sulla necessità di distinguere i pazienti deceduto “con Coronavirus” da quelli deceduti “per Coronavirus. “Io penso sia più corretto affermare che se vi sono patologie che portano ad un ricovero o ad un decesso ma non sono correlate alla positività, si dica che il paziente non è morto a causa del Coronavirus. Ci sarà molto dibattito in futuro su questo tema” ha concluso Zaia.

Servizio Precedente

Conferenza alla Camera de "La Scuola che accoglie": il movimento nato per salvaguardare l’identità della Scuola come istituzione

Default thumbnail
Prossimo Servizio

Covid, scoperta una delle cause di morte in terapia intensiva

Ultime notizie su Veneto