Val d’Aosta, autonomisti Union Valdotaine preferiscono il Pd alla Lega. Gremmo: ci sarà un perché

Lettura 1 min

di Roberto Gremmo – E io mi butto a sinistra. Pare proprio questa la tendenza in atto fra gli autonomisti del Nord che non condividono il nazionalismo della Lega per Salvini premier. L’alleanza fra Union Valdotaine e la coalizione democratica ha portato alla nuova maggioranza nel Consiglio regionale e questo è un fatto davvero importante, che costringe il partito di Salvini all’ennesima, bruciante sconfitta.

Tanto più dolorosa e significativa perché si verifica all’estremo limite geografico alpino e non nel profondo sud. E’ un caso isolato ed eccezionale?Forse no. Nei giorni scorsi si è tenuto a Milano un incontro (a cui non sono stato invitato) di diversi, autorevoli e di gran seguito autonomisti di varie regioni del Nord e forse non per caso fra loro c’era un unico esponente di parte ed era un consigliere regionale del Partito Democratico. Intanto Bonaccini e Gori cominciano ad agitare la questione settentrionale. Per tagliare l’erba sotto i piedi del capitano?

Servizio Precedente

A tre anni dal flop del referendum del 22 ottobre, Meloni più autonomista di Salvini: "Ben venga la Macroregione adriatica"

Prossimo Servizio

Lombardia. Riecco l'autocertificazione per il coprifuoco

Ultime notizie su Val d'Aosta