‘Ndrangheta in Val d’Aosta: chiusa inchiesta Egomnia, otto indagati

Lettura 1 min

La procura della Repubblica di Torino – pm Valerio Longi e Stefano Castellani – ha chiuso l’inchiesta Egomnia sullo scambio elettorale politico-mafioso in Valle d’Aosta. Otto gli indagati: gli ex presidenti della Regione Antonio Fosson e Renzo Testolin, gli ex assessori regionali Stefano Borrello e Laurent Vierin, l’ex consigliere regionale Luca Bianchi, il ristoratore Antonio Raso, Roberto Di Donato e Alessandro Giachino. L’inchiesta – condotta dalla Dda di Torino e dai carabinieri di Aosta – riguarda il presunto sostegno della ‘locale’ di Aosta ad alcuni candidati autonomisti durante le elezioni regionali del 2018. 

Servizio Precedente

Mediolanum e la leggenda del Tredesin de Marz

Prossimo Servizio

Germania al voto, test per i Baden-Wuerttemberg e Renania-Palatinato

Ultime notizie su Val d'Aosta