Un buon Grignolino

Lettura 1 min

di Marcus Dardi – Il Grignolino è un vino a bacca nera molto diffuso nel Monferrato.

Se ne produce in quantità limitata e questo aiuta ad aumentarne il valore.

Il suo nome deriva dall’espressione piemontese “grignare” che in dialetto astigiano significa ridere.

E’ un vitigno autoctono delle colline tra Asti e Casale Monferrato.

Le sue origini attestate risalgono al Cinquecento.

E’ un vitigno molto debole e poco resistente alle malattie. In passato a causa di una grave malattia che ha colpito questo vitigno la sua zona di coltivazione, che si estendeva all’alessandrino, è stata fortemente ridotta.

Si dice che la sua fama è dovuta al gusto del Re Umberto I di Savoia, che regnò dal 1878 al 1900, poiché lo prediligeva, sulle sue tavole, più di ogni altro vino.

I vini che derivano da questo vitigno sono poco strutturati e di colore debole, anche se il vino è molto ricco di tannini grazie ai vinaccioli abbondanti dell’uva.

Curiosità:

E’ uno dei pochi vini rossi consigliati anche per il pesce.

Video – La Sbornia

Photo by Kelsey Knight 

Servizio Precedente

Camici Lombardia, Fontana sui 250mila euro: per risarcire il cognato. Il resto falsi scoop mediatici

Prossimo Servizio

35.000 persone al buio in Texas per l'uragano Hanna

Ultime notizie su Storia e Territorio