Un amore così grande

Lettura 1 min

di Marcus Dardi – Nel 1976 Guido Maria Ferilli scrisse una musica meravigliosa, Antonella Maggio ci aggiunse un testo coinvolgente e nacque un capolavoro della musica: “Un amore così grande”.

Questa bellissima canzone, affidata alla voce di Mario del Monaco, divenne un successo mondiale.

Venne riproposta nel 1984 da Claudio Villa al Festival di Sanremo, ma fuori gara.

Pavarotti la propose al Metropolitan di New York con un nuovo arrangiamento di Henry Mancini.

Anche se scritta dopo la metà del ‘900 questa canzone presenta tutte le fortissime matrici delle romanze di fine ‘800.

Il successo dimostra che, nonostante le scelte dell’industria della canzone, spesso troppo poco chiare e poco condivisibili, il pubblico prova ancora una forte attrazione per lo stile del Belcanto all’italiana.

Noi tutti ci auspichiamo un ritorno a questo stile per permettere ai tanti autori, soffocati dalle logiche moderniste, di potersi esprimere liberamente e creare nuovi capolavori musicali.

Servizio Precedente

Coldiretti, da martedì 4 italiani su 10 fuori da zona rossa ma ristoranti chiusi

Prossimo Servizio

La Pasqua dei popoli è l'Europa delle regioni

Ultime notizie su Storia e Territorio