Sul mare luccica…. Santa Lucia!

Lettura 3 min

di Marcus Dardi – Santa Lucia è una canzone napoletana, scritta da Teodoro Cottrau e pubblicata come “barcarola” a Napoli nel 1849.

La Barcarola è una composizione vocale o strumentale, per lo più in misura di 6/8 o 12/8, caratterizzata da un movimento dondolante, simile al moto della barca al cadenzare della voga.

Teodoro Cottrau la tradusse in italiano durante la prima fase del Risorgimento, facendola diventare la prima canzone napoletana tradotta nella lingua di Dante.

Le parole di questa canzone raccontano poeticamente il rione marinaro di Santa Lucia, sul golfo di Napoli, cantato da un barcaiolo che invita a fare un giro sulla sua barca, per meglio godere il fresco della sera.

La canzone divenne immediatamente un successo nazionale, conoscendo un trionfo che la proiettò fuori della penisola. Enrico Caruso, per conto della casa discografica Gramophone & Typewriter, l’ 11 aprile del 1902 incise a Milano diverse arie d’opera e romanze tra cui Santa Lucia. La sua versione fu quella presa a modello da tutti.

Oltre a Caruso, anche altri grandi interpreti della Canzone, sia lirici che leggeri, l’hanno proposta in diversissimi contesti nazionali ed internazionali, rendendo così questa “barcarola” una pietra miliare della canzone italiana.

Noi, Nadine & Marcus, cantanti di gran classe delle nostre tradizioni, la eseguiamo nella versione di Enrico Caruso

Ma chi era Santa Lucia?

Fu una bella e giovane ragazza cristiana vissuta nel IV secolo e caduta vittima della persecuzione di Diocleziano nel 304d.C: all’età di 21 anni.

E’ protettrice della vista poiché il suo nome, dal latino Lux, significa Luce.

Nei Paesi Scandinavi, il 13 dicembre da antiche tradizioni, si festeggia Santa Lucia. Questa festa simboleggia la gioia per il ritorno della Luce dopo il lungo periodo invernale. La canzone Santa Lucia viende intonata durante questo periodo con un testo nelle lingue scandinave.

Video: https://www.youtube.com/watch?v=oy0VvB0YI8k

TESTO:

Sul mare luccica, l’astro d’argento.

Placida è l’onda; prospero è il vento.

Sul mare luccica, l’astro d’argento.

Placida è l’onda; prospero è il vento.

Venite all’agile Barchetta mia!

Santa Lucia, Santa Lucia

Venite all’agile Barchetta mia!

Santa Lucia, Santa…… Lucia

Con questo zeffiro, così soave,

oh! com’è bello star sulla nave!

Con questo zeffiro, così soave,

oh! com’è bello star sulla nave!

Su passeggeri venite via!

Santa Lucia, Santa Lucia.

Su passeggeri venite via!

Santa Lucia, Santa…….. Lucia.

O dolce Napoli, O suol beato,

Ove sorridere, Dove il creato,

O dolce Napoli, O suol beato,

Ove sorridere, Dove il creato,

Tu sei l’impero, De l’armonia,

Santa Lucia, Santa Lucia!

Tu sei l’impero, De l’armonia,

Santa Lucia, Santa….. Lucia!

Servizio Precedente

Nelle nostre dichiarazioni dei redditi c'è ancora la tassa sul macinato

Prossimo Servizio

Dov'è finito Mario Draghi?

Ultime notizie su Storia e Territorio