E allora? Il tormentone di Armando Grill

Lettura 2 min

di Marcus Dardi – Di Michele Testa in arte Armando Gill abbiamo già parlato. Fu il primo cantautore italiano, diventò molto popolare grazie alla sua Canzone “Come Pioveva” e nel 1927 ne doppiò il successo con la canzone E Allora?.

E allora è una celebre macchietta napoletana scritta nel 1927 da Armando Gill che la presentò al Salone Margherita di Napoli.

Sin dai tempi del collegio gli fu riconosciuto dai docenti una grandissima abilità di improvvisatore di rime. Divenne in seguito anche compositore e grazie a questo suo talento decise, un anno prima di laurearsi lasciò gli studi forensi per esibirsi al salone Margherita.

Sulla canzone “E Allora” non c’è moltissimo da dire, oltre al fatto di essere una macchietta possiamo solo far notare che Armando Gill ha appositamente usato lo stile del “Tormentone”.

Questa canzone fu interpretata anche da I Gufi dove Lino Patruno era protagonista e gli altri gli facevano il coro tormentone “E Allora?”

Il Tormentone è una tecnica teatrale che viene spesso utilizzata come forma di umorismo. Viene usato spesso anche nella musica, ogni anno abbiamo infatti il “Tormentone dell’estate”.

Nell’informazione e nella politica viene utilizzato per veicolare idee e opinioni. Purtroppo in politica il tormentone viene spesso usato in malo modo, si dice infatti che: una menzogna costantemente ripetuta la si fa passare per vera.

Ma noi che siamo furbi e vigili stiamo sempre di più imparando a difenderci.

Photo by Josef Faustmann 

Servizio Precedente

Sara Cunial risponde alle critiche: "No a personalismi, ipocrisie e paure, la vera resistenza inizia da qui"

Prossimo Servizio

Oltre le Regioni. Comune svizzero, piccola repubblica sovrana. Ecco il modello

Ultime notizie su Storia e Territorio