Diamoci alla Tarantella…

Lettura 2 min

di Marcus Dardi – Questa è una delle canzoni napoletane più famose al mondo, tutti la conoscono ma non tutti ne conoscono la storia.

La canzone fu scritta dal giornalista Giuseppe Turco e musicata da Luigi Denza nel 1880.

L’anno prima, nel 1879 vi fu l’inaugurazione della prima funicolare mai costruita in Italia, la funicolare del Vesuvio, che raggiungeva la cima del Vesuvio.

La funicolare veniva vista come un mostro di ferro e grandemente snobbata dai turisti che preferivano ancora salire sul Vesuvio cavalcando i somari.

Per correre ai ripari si assegnò allora il compito di scrivere una canzone allegra ed invitante. Peppino Turco, giornalista satirico ne scrisse le parole e Luigi Denza compose la musica: un’allegra tarantella.

Erano gli anni dell’inizio della Belle Époque e a quei tempi Napoli era la capitale culturale dell’Italia.

La diffidenza e la paura verso la funicolare furono vinte con molta fatica ma la canzone fu amata immediatamente e divenne un grande successo.

Curiosità:

La canzone fu presentata, da Turco e Denza, al festival della canzone di Piedigrotta. Questo festival era l’antesignano del festival della canzone napoletana, e la storia ci dice che già ai tempi dell’imperatore Nerone si svolgevano, a Piedigrotta, esibizioni di poesia e musica.

Il lancio mondiale di questa celeberrima canzone lo si deve a Luciano Pavarotti che la incluse nel repertorio del tour dei tre tenori.

https://www.youtube.com/watch?v=0rj9tGK28KM

Servizio Precedente

VIDEO - La Regina della Sila balla con la governatrice Santelli. SCANZI: "Zero mascherine zero distanziamento, quello che ci vuole"

Default thumbnail
Prossimo Servizio

Confcommercio, vendite: siamo ancora dentro al tunnel, va male

Ultime notizie su Storia e Territorio