Spada (Humanitas): dato morti Covid non è allarmante, numeri stabili

Lettura 1 min

Nessun allarme. Casi di positività a Sars-CoV-2 e ricoveri negli ospedali italiani sono “complessivamente stabili”. Paolo Spada, chirurgo di Humanitas che ogni giorno commenta il bollettino Covid sulla pagina social ‘Pillole di ottimismo’ lanciata dal virologo italiano negli Usa Guido Silvestri, riassume così i numeri di oggi sull’andamento dell’epidemia nella Penisola. Con l’invito a non allarmarsi per l’aumento dei morti. Un dato che bisogna saper leggere, spiega. “Stasera – scrive Spada – non spendo troppe parole per rimarcare quel che abbiamo detto negli scorsi giorni, e che resta valido, al netto delle prevedibili fluttuazioni: siamo in condizioni di stabilità. Prego anche di non commentare i decessi del giorno, che del giorno non sono mai, e di prendere anche quel dato, come sempre, sulla base di un periodo più lungo. I decessi sono aumentati con ragionevole latenza di qualche settimana rispetto alla risalita dei casi, e meno del previsto – precisa il medico – quindi è del tutto logico, per quanto spiacevole sia, che si vedano salire un poco nei prossimi giorni”. “Come ha acutamente osservato qualcuno ieri nei commenti – chiosa Spada – quando in Italia i casi sono stabili si punta il dito sulle terapie intensive o sui decessi, e quando anche questi non possono più di tanto spaventare, tutti i giornali parlano delle catastrofi all’estero. Certo non per trarre consolazione dalla nostra migliore condizione, ma anzi pretendendo di mostrarci il nostro ineluttabile destino”.

Servizio Precedente

Concorsi al palo. È caccia al docente al Centro-Nord

Prossimo Servizio

Riapertura stadi: per Zingaretti e Gentiloni meglio guardare la partita in tv"

Ultime notizie su Scienza