“Siamo a ridosso del picco, tre mesi per uscirne”

Lettura 1 min

 “Probabilmente siamo a ridosso del picco, ma c’e’ gia’ una decelerazione della crescita dei contagi, basta guardare i numeri di ieri, rispetto al giorno corrispondente della stessa settimana, siamo saliti di 100 circa, mentre nella settimana precedente era stato di 3500”. Lo ha detto a ‘Buongiorno’, su Sky Tg24, Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanita’ (Css).

“E’ importante sottolineare – ha aggiunto poi – che quanto e’ stato deciso con il decreto legge dal governo servira’ ulteriormente a raffreddare la curva. Sia in termini di Rt che di incidenza cumulativa rapportata a 100 mila abitanti, indubbiamente abbiamo dei numeri che indicano come vi sia una larga diffusione nel territorio nazionale. E’ importante, soprattutto in questa fase in cui si incrementa il numero delle vaccinazioni, tenere la situazione sotto controllo”.

Quando si potra’ uscire dall’emergenza? Secondo Locatelli “alla fine del prossimo trimestre, con 52 milioni di dosi, una quota delle quali di un vaccino che si somministra in un’unica dose, avremo una situazione significativamente migliore. I dati che arrivano da Israele, dal Regno Unito, ma anche da noi – ha spiegato il presidente del Consiglio superiore di sanita’ – ci dicono chiaramente che piu’ crescera’ il numero di vaccinati, piu’ favorevole sara’ la situazione che dovremo affrontare. Pero’ dobbiamo tenere duro e non pensare che questo cambio di situazione arrivi dall’oggi al domani, ne’ in poche settimane, ci vorranno alcuni mesi. Ma la luce si vede chiaramente”, ha affermato.

Servizio Precedente

100 anni di Moto Guzzi

Prossimo Servizio

Il prezzo del lockdown: 80 milioni in meno di consumi al giorno. Confesercenti: ci riprenderemo nel 2024

Ultime notizie su Scienza