La Cina ferma ispettori Oms, 2 sono positivi. Organizzazione: alla partenza erano negativi

Lettura 1 min

La Cina si atterra’ “rigorosamente” ai requisiti di prevenzione anti Covid-19: cosi’ il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian ha replicato alla domanda sull’ingresso negato a due membri del team dell’Oms perche’ risultati positivi, secondo un’anticipazione del Wsj, ai test sieriologici nel transito a Singapore. “I requisiti rilevanti per il controllo della prevenzione delle epidemie saranno applicati rigorosamente”, ha detto Zhao. I restanti 15 componenti del team sono arrivati a Wuhan per avviare le indagini con i colleghi cinesi sull’origine nuovo coronavirus.

 L’Oms conferma il mancato ingresso di due suoi esperti in Cina, parte della delegazione di 15 componenti inviata a Wuhan, risultati positivi al test sierologico anti Covid a Singapore, ma afferma che i membri del gruppo erano “tutti negativi prima della partenza”. “Tutti i membri del team hanno avuto molteplici test negativi Pcr e per gli anticorpi nei loro Paesi prima del viaggio”, afferma l’Organizzazione delle Nazioni Unite su Twitter. L’Oms aggiunge che i 13 esperti giunti a Wuhan cominceranno “immediatamente” il loro lavoro, malgrado le due settimane di quarantena.

Servizio Precedente

Usa - Sì alla messa in stato d'accusa del presidente,232 voti a favore, 197 contrari. Sì di 10 repubblicani

Prossimo Servizio

Gdf anche in sede Istituito superiore sanità per carte piano pandemico

Ultime notizie su Scienza