Green pass, “ora possibile rallentare restrizioni”

Lettura 1 min

 “Lo stato di emergenza puo’ cessare, ma con l’accortezza di mantenere i pilastri che reggono la nostra liberta’ attuale”. Walter Ricciardi, professore ordinario di Igiene all’Universita’ Cattolica di Roma e consulente del ministro della Salute Speranza, fa il punto della situazione sulla pandemia in una intervista a “La Stampa”.

E spiega qual e’ la road map di cui ha parlato Draghi: “I dettagli sono allo studio, ma ora e’ possibile un allentamento delle regole, pur mantenendo in piedi le strutture per la vaccinazione, la rivaccinazione, il Green Pass e le mascherine per i luoghi chiusi”. Fine dello stato di emergenza dunque: “E’ una decisione politica, ma bisogna distinguere tra l’emergenza dal punto di vista legislativo, che consente decisioni rapide, e quella sanitaria che continua non solo in Italia, ma nei Paesi dell’Est e a Hong Kong per esempio. Certe strutture e pratiche straordinarie possono finire, non l’organizzazione per la vaccinazione di massa”. Quanto alla fine della pandemia, “impossibile dirlo, finira’ quando cessera’ in tutto il mondo. Una buona notizia e’ il nuovo hub vaccinale in Sudafrica per produrre dosi per tutto il continente africano, in accordo con l’Europa. La volonta’ dei governi e’ indurre le case farmaceutiche al trasferimento tecnologico o alla sospensione temporanea dei brevetti”. E’ ancora necessario e realistico vaccinare il mondo: “Certo che si’, perche’ il virus dilaga nei Paesi con bassa e scarsa copertura vaccinale, come appunto Hong Kong”, ha concluso Ricciardi. 

Servizio Precedente

Vertice Biden-Putin per scongiurare la guerra in Europa

Prossimo Servizio

Crisanti, adesso Green pass è scelta politica, non sanitaria. Meglio aprire ora che in estate, virus deve diventare endemico

Ultime notizie su Scienza

E ADESSO IL VAIOLO

“A seguito della segnalazione di alcuni casi di Vaiolo delle scimmie in Europa, il…