Covid, Crisanti: abbiamo invaso il mondo animale, inevitabile il salto di specie

Lettura 1 min

 “Per prevedere il futuro bisogna guardare al passato. Tutti i virus hanno colpito il mondo nel momento in cui i nostri antenati si sono dedicati all’allevamento degli animali e sono entrati in contatto con una nicchia ecologica diversa. Se invadiamo la nicchia ecologica degli animali il ‘salto’ di specie aumenta”. L’ha detto il professor Andrea Crisanti intervenendo al Festival del Futuro di Verona. “Per diversi decenni nessuna pandemia è stata importante, a parte alcune variazioni del virus dell’influenza. Il salto di specie è un fenomeno già accaduto in passato, e anche di recente come per l’HIV o la sifilide. Quello che stiamo facendo, distruggendo foreste tropicali o uccidendo animali selvatici per nutrimento, facilita invece il salto di specie” ha infine concluso.

Servizio Precedente

Da Forza Italia alla Lega. La corsa per vedere chi ce l'ha più grande, il gruppo parlamentare s'intende

Prossimo Servizio

Hackerata la petizione anti Amazon

Ultime notizie su Scienza