Burioni: chiusi in casa come sorci perché non ci sono vaccini?

Lettura 1 min

“Un anno fa non c’era alternativa al lockdown per impedire la circolazione del virus. Oggi in prospettiva l’alternativa c’è: il vaccino. Per questo è intollerabile che contemporaneamente si chiedano sacrifici (indispensabili) ai cittadini mentre si ritarda sulle vaccinazioni”. Lo twitta il virologo dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, Roberto Burioni. “Alcuni stati non hanno acquistato tutte le dosi di vaccino a loro destinate. Le ha comprate la Danimarca – chiosa il virologo – Noi continuiamo così, mi raccomando. Chiusi in casa come sorci”. 

Servizio Precedente

Puigdemont: Europa vuole toglierci l'immunità parlamentare

Prossimo Servizio

Astrazeneca promette: a Italia daremo più di 20 milioni di dosi

Ultime notizie su Scienza