Botta e risposta su dati vaccini lombardi. Gimbe: numeri trasmessi da regioni al Commissario e al ministero

Lettura 1 min

“In merito alle contestazioni da parte di Regione Lombardia e Provincia Autonoma di Bolzano sulle percentuali di dosi di vaccino somministrate per categoria pubblicate dalla Fondazione Gimbe (comunicato stampa del 28/01/2021), si ribadisce, come già riportato nel comunicato – viene sottolineato oggi in una nota – che le analisi della Fondazione Gimbe si basano sui dati pubblicamente disponibili nel repository ufficiale del Governo italiano sui vaccini: https://github.com/italia/covid19-opendata-vaccini“.

“Pertanto – prosegue la nota diffusa oggi da Gimbe – al fine di sanare eventuali incongruenze rilevate, la Fondazione Gimbe invita Regioni e Province Autonome a verificare ed eventualmente rettificare i dati trasmessi al Commissario Straordinario/Ministero della Salute che alimentano la dashboard sui Report Vaccini Anti COVID-19: https://www.governo.it/it/cscovid19/report-vaccini“. Ieri la Regione aveva evidenziato che in Lombardia “oltre 24.000 su 320.000 soggetti hanno completato il ciclo vaccinale con il secondo richiamo”. 

Servizio Precedente

Ungheria, dopo sì a Sputnik V, prima in Europa anche in via libera a vaccino cinese

Prossimo Servizio

Dati lombardi, Usuelli: chi li conosce li metta su CovidLeaks.it

Ultime notizie su Scienza