VIDEO – Durigon, Lega: rinominare Parco Mussolini l’area dedicata a Falcone e Borsellino. Sinistra insorge: proposta indegna

Lettura 3 min

 “Polemica sterile sulla notizia del parco Arnaldo Mussolini di Latina. Mai e poi mai penserei di mettere in discussione il grande valore del servizio prestato allo stato dai giudici Falcone e Borsellino: cio’ non toglie che e’ nostro dovere considerare anche le radici della citta’”. Cosi’ il sottosegretario leghista al Mef Claudio Durigon risponde alle critiche sollevate dopo che durante un comizio ha proposto che il parco cittadino intitolato a Falcone e Borsellino “torni a essere quel parco Mussolini che e’ sempre stato”. 

https://www.facebook.com/Paola.Taverna.M5S/videos/398746134917640

Penso che il sottosegretario all’Economia di un governo impegnato a mettere in sicurezza il Paese, ricercando tutte le migliori soluzioni e proposte per rilanciarne il tessuto economico e finanziario, non dovrebbe avere molto tempo per occuparsi di toponomastica. Soprattutto poi se lo sconcertante tentativo è quello di togliere i nomi di Falcone e Borsellino dal parco centrale di Latina per sostituirli con il fratello del duce, Arnaldo Mussolini. Ma tant’è: il lupo perde il pelo, ma non il vizio. E infatti il leghista Claudio Duringon ha scelto di guardare alla campagna elettorale del capoluogo pontino, dove a ottobre si voterà per il nuovo sindaco, con lo sguardo rivolto al passato più buio del nostro Paese. Addirittura con la volontà di cancellare due tra le figure più alte e più amate dell’Italia: due magistrati che hanno dato la vita per tutti noi. Durigon si fermi e la smetta di ammiccare squallidamente al fascismo. Abbiamo bisogno di una memoria che abbia a cuore i valori della nostra Costituzione e non che alluda a una dittatura che ha portato all’Italia lutti e macerie”. Così il deputato dem, Carmelo Miceli. 

 “Leggo che l’onorevole della Lega Claudio DURIGON, sottosegretario all’Economia, chiede che il parco pubblico di Latina torni a essere intitolato ad Arnaldo Mussolini e non più ai giudici Falcone e Borsellino. Ripetiamolo insieme: per DURIGON merita celebrazione pubblica il fratello di un dittatore fascista e non due giudici servitori dello Stato trucidati dalla mafia”. Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà. “Una proposta indegna per un membro del Governo che dovrebbe avere nella lotta alla criminalità organizzata una priorità. Una proposta indegna per un membro del Governo di un Paese la cui Costituzione si fonda sull’antifascismo. Una proposta dell’onorevole DURIGON che durante la campagna elettorale del 2018 si è circondato di uomini i cui nomi sono all’attenzione del pool antimafia della Procura di Roma e della Direzione distrettuale antimafia. Direi che la misura è colma. Chiedo al premier Draghi- conclude Cirinnà- sulla cui onestà nessuno può sollevare dubbi, di rimuovere DURIGON dal suo incarico. Per il bene del Governo che lui presiede e del Paese”.

Servizio Precedente

Boccia: Lega? Protesta ma poi su adegua. Verso obbligo vaccino, terza dose scontata

Prossimo Servizio

Conte eletto primo presidente 5 Stelle con 62242 voti su 115mila aventi diritto

Ultime notizie su Politica