Twitter: il bando su Trump è per sempre

Lettura 1 min

Gli “stop sono permanenti”: quando “si e’ rimossi dalla piattaforma si e’ rimossi a prescindere” dalla carica, ovvero “se si e’ un commentatore, un direttore finanziario, un attuale o un ex funzionario pubblico”. Lo afferma il chief financial officer di Twitter Ned Segal in un’intervista a Cncb rispondendo a una domanda su Donald Trump. La risposta implica che anche nel caso in cui Trump dovesse ricandidarsi non avrebbe accesso al suo account. La sospensione permanente decisa dal social in gennaio e’ la ‘sanzione’ piu’ dura prevista da Twitter, che non si puo’ aggirare, come spiegato nell’help center di Twitter.

Servizio Precedente

Umbria rossa e senza piano vaccini per over 80? Medici su piede di guerra: sommersi di telefonate

Prossimo Servizio

Foibe, il leghista Rolfi contro il tweet dell'Anpi a Brescia: non negare la storia. La replica: non è negazionismo

Ultime notizie su Politica