Trump schiera l’esercito. “Sono un presidente di legge e ordine”

Lettura 1 min

“Attiverò tutte le risorse federali e locali, civili e militari, per proteggere i cittadini rispettosi della legge…. Se una città si rifiuterà di agire come è necessario per difendere i cittadini e le proprietà dei suoi residenti, dispiegherò l’esercito degli Stati Uniti e risolverò velocemente il problema per loro”.

Il presidente Donald Trump alza il livello della difesa e prende la decisione di rispondere con tutti i mezzi a disposizione allo stato d’assedio e di disordini nel paese.

“Sono un presidente di legge e ordine”, ha affermato dalla Casa Bianca.

I media intanto ricordano che un’azione militare prevederebbe il ricorso al cosiddetto Insurrection Act , che risale al 1807, voluto dall’allora presidente Thomas Jefferson. Si tratta di poteri straordinari per poter ricorrere in caso di situazioni altrettanto straordinarie, all’esercito federale e alla Guardia Nazionale.

Nel 1992 se ne fece ricorso per i disordini che si erano consumati a Los Angeles.

Trump passa dunque all’azione ed è pronto a schierare “migliaia e migliaia di uomini, armati pesantemente, personale militare e agenti delle forze dell’ordine” dove necessario.

Ne vedremo delle belle?

Servizio Precedente

Giustizia culturale: torna Il Signore degli Anelli. Sapevate che eravamo l'unico paese in cui non lo si poteva leggere completo in italiano?

Prossimo Servizio

In 500 metri di tricolore il centrodestra dà appuntamento il 4 luglio ancora a Roma

Ultime notizie su Politica