Portogallo già uscito da emergenza. Pagliarini: “Il segreto sta nella loro opposizione di governo”

Lettura 4 min

di Giancarlo Pagliarini – Il Portogallo è grande 4 volte la Lombardia.
Abbiamo lo stesso numero di abitanti : 10 milioni in Lombardia e 10, 6 in Portogallo .
L’ indice di vecchiaia della Lombardia supera di poco quello del Portogallo: il loro è di 159 e il nostro è di 165. Dunque anche in Portogallo ci sono molti anziani. E non si fanno molti figli.


Ricordo che l’indice di vecchia si calcola divedendo il numero delle persone che hanno più di 65 anni per il numero delle persone che hanno da 0 a 14 anni.
Fino alla mattina di mercoledì 22 aprile le vittime del Coronavirus in Portogallo erano 762: uno dei dati più incoraggianti di tutta Europa. Fonte: la “Situation Report N° 93” del 22 Aprile , ore 10.00 CEST (Central European Summer Time) della Organizzazione Mondiale della Sanità.


Il drammatico totale della Lombardia se non sbaglio era di circa 12.740: più della metà del totale di tutta Italia : 24.648 (per la fonte vedi sopra).
Non sono in grado di commentare i motivi di questa differenza e non è mia intenzione farlo, ma una considerazione la voglio fare.
La fonte è il “daily focus” di ISPI del 16 Aprile, intitolato “Coronavirus: l’eccezione del Portogallo”.


Ecco due dei fattori che hanno generato questo buon risultato: 1) tempestività degli interventi, anche perché il Portogallo ha avuto modo di osservare cosa stava accadendo in Spagna e Italia e di correre ai ripari, e 2) unità di intenti della classe politica, oltre naturalmente alla autodisciplina della popolazione.


Il Governo è riuscito a concedere immediatamente il permesso di soggiorno a tutti quelli che erano nel territorio e ne avevano già fatto richiesta, concedendo loro di accedere al sistema sanitario nazionale e quindi di avere diritto alle cure in caso di contagio.


“In tempi di crisi – ha detto il ministro degli Interni, Eduardo Cabrita – è importante salvaguardare i diritti dei più fragili, come nel caso degli immigrati, garantendo che abbiano accesso alla salute e alla sicurezza sociale”.


Il Governo è riuscito anche a disporre il rilascio anticipato del 10% dei detenuti per pene lievi per evitare il rischio di focolai nelle carceri.
Decisioni del genere sono per definizione facile preda delle opposizioni: pensate alle guerre parlamentari che avrebbero potuto generare.


Ma ecco il punto: sul fronte del dibattito pubblico, infiammato dall’avvento del coronavirus in molti paesi europei, il Portogallo ha mostrato segni di eccezionalità.


L’intervento in parlamento in cui il leader di opposizione Rui Rio, del Partito socialdemocratico (PSD), augura al Primo Ministro Costa “coraggio, nervi d’acciaio e buona fortuna” è diventato virale sui social.
“Perché la tua fortuna è la nostra fortuna” ha detto Rio, dopo aver dichiarato che in questa situazione il Governo non è un avversario, ma è il Governo del Portogallo e tutti dobbiamo aiutarlo. “Il nostro partito non è opposizione . Il nostro partito è collaborazione”, aggiungendo che il governo può contare sulla totale collaborazione del PSD.


Qualcuno dirà subito che in Portogallo “hanno fatto l’inciucio” .
Già. E infatti per evitare questo terribile rischio di inciucio leggo spesso che nel nostro sfortunato e irrazionale paese c’è opposizione anche dentro al Governo.


Litigano. Arrivano a farsi i dispetti. Che comportamenti assurdi. Non ne posso più!
Anche per questi comportamenti da asilo mariuccia, e sia chiaro che mi riferisco a tutti, sia maggioranza che opposizione, nel nostro paese finora ogni 100 mila residenti il coronavirus ne ha portati via 41.

Nella sola Lombardia molti di più. Più di 126! C’è da piangere: in Portogallo, stessi abitanti della Lombardia e molti anziani anche lì, poco meno di 8. Per molti motivi, ma anche perché maggioranza e opposizione in Portogallo in questa situazione hanno lavorato assieme per i cittadini, senza litigare per gestire il potere e senza pensare alle prossime elezioni.

Photo by Emiliano Villani

Servizio Precedente

Covid: 90% auto ferme. E' già virale la raccolta firme per chiedere proroga o sconto del 25% sulle polizze

Prossimo Servizio

Fase 2? Priorità Agenzia Monopoli è far ripartire Lotto e Millionday dal 27 aprile

Ultime notizie su Politica