Nulla a confronto di Super Quark – Calderoli sulla doppia preferenza di genere: maschio infedele, sia accoppia con 4 o 5 rappresentanti del gentil sesso

Lettura 1 min

La doppia preferenza di genere danneggia in realtà le candidate di sesso femminile, perchè “il maschio è maggiormanete infedele” e “sia accoppia con 4 o 5 rappresentanti del gentil sesso”. Lo ha sostenuto il leghista Roberto Calderoli, interenendo nel’Aula del Senato durante la discussione sul decreto per le elezioni della Puglia, e inssitendo nel’affrontare l’argomento tecnico con queste parole, nonostante le proteste levatesi immediatamente dai banchi delle opposizioni e i richiami del presidente di turno Ignazio La Russa: “Senatore, vedo che si sta avventurando…”. Ma Calderoli ha proseguito: “Chi conosce la materia elettorale sa che in collegi che hanno a disposizione un numero di candidature da 2 a 7 per cui piccoli, la doppia preferenza di genere danneggia il sesso femminile perchè normalmente il maschio è maggiormente infedele del sesso femminile. Per cui accanto a una candidatura maschile… il maschio solitamente si accoppia con 4 o 5 rappresentanti del gentil sesso, cosa che generalmente la donna non fa. Il risultato è che il maschio si porta i voti di quattro-cinque signore e le signore si ripartiscono i voti di un maschio non vengono elette. Se uno aumenta la platea dell’elettorato passivo riduce, frammentando l’espressione delle preferenze la possibilità che le donne siano elette. Le donne – ha concluso – bisogna metterle in lista, come abbiamo fatto noi in Umbria e in Toscana”. 

Servizio Precedente

Verbali pubblicati. Fu Conte a imporre il Lockdown in tutta Italia contro il parere del CTS. Ma mancano alcuni atti...

Prossimo Servizio

Le nuove norme di Papa Francesco. Da oggi basta una raccomandata per farsi sbattezzare

Ultime notizie su Politica