Nomine Ue, Tajani: E’ tutto ancora aperto

29 Giugno 2024
Lettura 1 min

 ADN EST NAZ UE: TAJANI, ‘E’ ANCORA TUTTO APERTO, PIU’ FORTE SOLO CON NOI ‘ = Roma, 29 giu. (Adnkronos) – “Consiglio a tutti di non drammatizzare. I negoziati sono sempre duri ei bracci di ferro sono sempre verificati. Chi oggi parla di isolamento italiano, che oltretutto è impossibile per tante ragioni storiche, politiche ed economiche, è stato in passato troppo remissivo rispetto all’Europa e il nostro Paese non ci ha guadagnato”. Ad affermarlo, in un’intervista a ‘Il Messaggero’, è il vicepremier e ministro degli Esteri, Antonio Tajani.

“Il concetto – spiega – è questo. L’Europeismo non è dire sempre di sì e tutto va bene. L’Europa la si costruisce assieme, anche attraverso confronti duri. È quello che sta accadendo. Io voglio essere ottimista. Tutto si risolverà per il meglio. Però non dobbiamo parlare solo di nomi. Ciò che conta sono i contenuti ei programmi che ognuno, von der Leyen così come tutti gli altri, si impegna a realizzare”. Il ministro invita “alla calma”: “Non bisogna inseguire i rumors di Bruxelles. I giochi sono tutti aperti”. Il presidente del Consiglio Giorgia Meloni , rileva, “ha difeso e sta difendendo il ruolo dell’Italia. Anche il presidente Sergio Mattarella ha giustamente usato toni molto fermi. E non si può dire che il Capo dello Stato non sia un grande europeista”.

L’Italia, osserva Tajani, “non può essere isolata grazie alle sue dimensioni. Siamo la seconda industria manifatturiera del continente, la terza economia europea, abbiamo un governo stabile che è frutto del voto popolare e abbiamo una classe dirigente riconosciuta in Europa. Io stesso sono vicepremier nell’attuale governo, sono stato commissario europeo e due volte vicepresidente della Commissione Ue, ricoprono da 22 anni la carica di vicepresidente del Ppe. Per non parlare della grande esperienza di Fitto nelle istituzioni di Bruxelles. E voglio ricordare a tutti quelli che dicono l’Italia all’angolo, l’Italia fuori dai giochi e altre cose così, tutt’altro che vero, che il nostro non è e non viene considerato un governo di destra brutto sporco e cattivo, ma un governo di centrodestra con cui si parla, con cui si confrontano e in cui ci sono tante e diverse sensibilità”. 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

La questione di fondo. 4 milioni di italiani che rinunciano alle cure sanitarie

Prossimo Servizio

Francia alla prova del voto

Ultime notizie su Politica

Mosca: Con ritiro Biden molto può cambiare

 Il Cremlino monitorerà la situazione, ma considera prioritari non i risultati delle elezioni americane, ma il raggiungimento degli obiettivi del Distretto militare centrale. Lo ha detto il portavoce del presidente russo Dmitry

Biden si ritira dalla corsa per Casa Bianca

Joe Biden ha abbandonato la sua corsa per la rielezione alla Casa Bianca. 81 anni, Biden alla fine ha dovuto cedere alle pressioni sempre più forti di quelli che riteneva i suoi più stretti alleati (tra
TornaSu