Meloni: Nel centrodestra basta asilo infantile. Se alleati vogliono stare con me si diano delle regole

Lettura 1 min

Giorgia Meloni chiede che il centrodestra cominci a parlare piu’ “programmi” che di “persone” e che si ponga fine alla competizione quotidiana “da asilo” su chi e’ “piu’ bravo” e chi ne sara’ il capo. Dopo l’esordio programmatico, la seconda giornata dell’assemblea di Fratelli d’Italia e’ dedicata agli ospiti, tra gli altri, Marcello Pera, Giulio Tremonti, l’imprenditore veneto Matteo Zoppas, l’ad di Terna Stefano Donnarumma, e l’ambasciatore Stefano Pontecorvo. Per il partito di Meloni, la tre giorni, che si conclude oggi, rappresenta una “svolta” verso l’obiettivo, ambizioso, di candidarsi a partito di governo, in vista delle Politiche del 2023.

“Il mio obiettivo e’ rappresentare il campo del centrodestra con orgoglio e senza alcuna sudditanza rispetto alla cultura della sinistra: spero che gli alleati vogliano costruire questo campo con me. Se lo vogliono fare allora bisogna semplicemente darsi delle regole”. 

Servizio Precedente

La Russa, Salvini a nostra convention? Meloni non si imbucherebbe mai a Pontida. E Fitto: Lega in Europa sta con Le Pen. Noi no

Prossimo Servizio

E Giorgia si candida al Governo nel 2023. "Noi non siamo surfisti. Per fare politica si deve studiare"

Ultime notizie su Politica