Mal di pancia tra Fratelli d’Italia e Lega su larghe intese

Lettura 1 min

Maldipancia all’interno di Fratelli d’Italia per le parole pronunciate ieri da Matteo Salvini, poi chiarite oggi, sul ‘governissimo’. L’apertura del numero uno della Lega alle larghe intese, a quanto si apprende da fonti parlamentari del partito, non sarebbe piaciuta a molti dirigenti di Fdi e questi malumori sarebbero emersi durante la riunione della direzione nazionale di oggi, presente Giorgia Meloni.

Il primo a criticare la posizione dell’alleato, considerata ambigua, apprende l’Adnkronos, sarebbe stato il questore della Camera, Edmondo Cirielli. Non capisco perché Salvini, parlando di scenari post-Conte, abbia detto di voler ragionare anche su eventuali larghe intese, avrebbe sottolineato in sostanza il coordinatore della Direzione nazionale. In tanti, raccontano, avrebbero condiviso l’appunto al di Cirielli.

Qualcuno avrebbe anche contestato l’idea di una delegazione unitaria del centrodestra al Colle per le consultazioni. Alla fine Meloni avrebbe ridimensionato il problema per evitare polemiche all’interno della coalizione in questo momento: capisco le vostre ragioni, ma dovete rendervi conto che nel centrodestra ci sono sensibilità e sfumature diverse. Comunque, avrebbe aggiunto la leader di Fdi, quel che conta è dare in questo momento delicato per il Paese l’immagine di una coalizione compatta, il voto è l’unica strada per uscire da questa crisi, non è certo un capriccio, il voto ci ha tenuti uniti fino ad ora e ci terrà compatti anche domani.

Servizio Precedente

VIDEO – Cogoleto, in seduta Giorno della memoria consiglieri votano con saluto romano

Prossimo Servizio

Crisi, Renzi e C. Un casino mai visto di aspiranti statisti

Ultime notizie su Politica