Lombardia come la Calabria: arancione. Per il Veneto nessuna bocciatura. Gialle Liguria e Sicilia

27 Novembre 2020
Lettura 1 min

Novità dal 29 di novembre con la nuova ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza: area arancione per le Regioni Calabria, Lombardia e Piemonte e l’area gialla per le Regioni Liguria e Sicilia.

Ricapitolando: le regioni arancioni sono Calabria, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Basilicata, Puglia, FVG.

Il Veneto supera intanto senza ulteriori ‘bocciature’ anche il nuovo monitoraggio settimanale sul Covid, e si conferma in ‘area gialla”, dove e’ fin dall’inizio della nuova zonizzazione basata sui 21 parametri di rischio. Il merito potrebbe essere soprattutto della tenuta del sistema ospedaliero.

In area arancione, i ristoranti e le altre attività di ristorazione, compresi bar, pasticcerie e gelaterie, sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto, consentita dalle 5 alle 22, e per la consegna a domicilio, consentita senza limiti di orario, ma che deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.

Nelle aree o negli orari in cui è sospeso il consumo di cibi e bevande all’interno dei locali (si veda la faq precedente), l’ingresso e la permanenza negli stessi da parte dei clienti sono consentiti esclusivamente per il tempo strettamente necessario ad acquistare i prodotti per asporto e sempre nel rispetto delle misure di prevenzione del contagio. Non sono comunque consentiti gli assembramenti né il consumo in prossimità dei locali.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Concorso di poesia in Val Pellice nelle lingue locali

Prossimo Servizio

VIDEO – Covid, il fiuto dei cani ci salverà?

Ultime notizie su Politica

Ci ha lasciati il nostro collega Roberto Pisani

Roberto Pisani, giornalista, collega e collaboratore del nostro quotidiano, in questo tardo pomeriggio di febbraio è volato in cielo. Pavese, padano, onestamente autonomista e federalista, ha sempre messo la sua professione al
TornaSu

Don't Miss