Legge quadro autonomia, bozza c’è? Ma ministro Stefani appoggia già Gelmini

Lettura 1 min

“L’AUTONOMIA differenziata è la risposta a problema dell’Italia” si basa su “competenze che ci sono a livello locale. Serve che i cittadini controllino meglio il processo decisionale. Il Conte 1 ha avuto difficoltà sul tema, il ministro Gelmini ora prosegue su questo passaggio, per andare verso la legge quadro”. Così Erika Stefani, ministro per le disabilità, ospite di Adnkronos Live,, risponde a una domanda sul tema dell’AUTONOMIA regionale. La ministra Gelmini “è determinata sul punto, serve accordo e condivisione nel governo, con i dovuti equilibri, si riconoscono le caratteristiche locali, non è secessione tra ricchi e poveri”, assicura Stefani.

Servizio Precedente

Il cardinale Zuppi, arcivescovo di Bologna, è il nuovo presidente della Cei

Prossimo Servizio

Lombardia, primo caso di vaiolo

Ultime notizie su Politica