La telefonata di Berlusconi (non di Salvini) a Draghi, poi tutti da lui a Palazzo Chigi

Lettura 1 min

Una telefonata tra Silvio Berlusconi e il premier Mario Draghi ha chiuso il cerchio di una giornata segnata a colpi di comunicati. Secondo quanto si apprende l’incontro fissato per le 20 a palazzo Chigi tra il premier e il centrodestra di governo (Matteo Salvini, Antonio Tajani, Maurizio Lupi e Lorenzo Cesa) è stato preceduto da una telefonata tra i due. Il vertice di centrodestra è riaggiornato a stasera, sempre a Villa Grande. 

I rappresentanti del centrodestra di governo, Matteo Salvini, Antonio Tajani, Lorenzo Cesa e Maurizio Lupi, sono poi arrivati a Palazzo Chigi per un confronto con il premier Mario Draghi. 

 Il colloquio tra il presidente di Fi, dunque, avrebbe rotto il ghiaccio dopo il gelo di oggi da parte di Lega Fi e Udc rimasti sconcertati dal comportamento del presidente del Consiglio che ”sta gestendo una crisi così complessa solo con Pd e M5S”. Il Cav ha sentito l’ex presidente della Bce da ‘Villa Grande’ dove era riunito con gli alleati, Matteo Salvini, Lorenzo Cesa e Maurizio Lupi.

Servizio Precedente

Crisi Draghi - Al via vertice centrodestra Lega-Forza Italia

Prossimo Servizio

Terni. Diritto o no di opinione su facebook? Se il dipendente comunale si prende il provvedimento disciplinare...

Ultime notizie su Politica