La “svista” del governo: “Graziati” i furbetti del reddito di cittadinanza. Interpellanza del Pd: “Che fine hanno fatto le sanzioni per chi lo ha rubato?”

26 Febbraio 2023
Lettura 1 min

di Cassandra – “Nella furia di colpire i poveri, hanno finito per premiare i truffatori”. L’accusa di Debora Serracchiani su Repubblica, con tanto di interpellanza al ministro Nordio per chiarire al più presto quello che appare come un madornale errore secondo il Pd, è molto tagliente.

Cosa può essere accaduto? E’ presto detto. I parlamentari del Pd denunciano che il governo avrebbe per errore cancellato nella legge di bilancio le norme che puniscono chi ha indebitamente percepito il reddito. Quello che Serracchiani, capogruppo alla Camera, indica come abolitio criminis.

Nella sostanza, sarebbero spariti i 13 articoli del decreto 4 del 2019 che istituiva il sussidio, compreso prò anche il numero 7, che inserisce il reato di indebita appropriazione indebita, con le sanzioni che ne derivano.

Ora si attende la replica del governo.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Siamo un Paese dove 1 italiano su 2 guadagna meno di 1.100 euro al mese

Prossimo Servizio

Strage di migranti, Mattarella interpella l’Europa. Vertice in prefettura a Crotone

Ultime notizie su Politica

Acqua: nel 2023 sparito un litro su cinque

di Gigi Cabrino – La siccità degli anni 2022 e 2023 continua a fare parlare, anche perché se il nord ha conosciuto periodi piovoso negli ultimi mesi non si può dire altrettanto

A Umberto Bossi il premio Rosa Camuna

Mercoledi’ 29 maggio, alle ore 17, a Palazzo Lombardia, in occasione della giornata in cui si celebra la “Festa della Lombardia”, verranno consegnati i ‘Premi Rosa Camuna’. Si tratta della piu’ alta
TornaSu

Don't Miss