La Cina più moderna nuovo dominus mondiale. Cosa cambierà negli equilibri del pianeta?

Lettura 4 min

di Sergio Bianchini – I presidente cinese Xi ha esposto le missioni e i compiti del PCC nel nuovo viaggio della nuova era.

Il PCC mira sostanzialmente a realizzare la modernizzazione socialista dal 2020 al 2035 ea trasformare la Cina in un grande paese socialista moderno che sia prospero, forte, democratico, culturalmente avanzato, armonioso e bello dal 2035 fino alla metà di questo secolo. 

Shen Yi, professore presso la School of International Relations and Public Affairs dell’Università di Fudan, ha affermato che “il concetto di modernizzazione cinese è stato sollevato per la prima volta come una delle conclusioni più importanti che il PCC ha tratto dalle sue esperienze passate”.

Xi ha sottolineato le caratteristiche uniche della modernizzazione cinese, che secondo lui è la modernizzazione socialista perseguita sotto la guida del PCC. Contiene elementi comuni ai processi di modernizzazione di tutti i paesi, ma è più caratterizzato da caratteristiche peculiari del contesto cinese.

La modernizzazione cinese è la modernizzazione di una popolazione enorme, della prosperità comune per tutti, del progresso materiale e culturale-etico, dell’armonia tra l’umanità e la natura e dello sviluppo pacifico, ha affermato Xi. 

Gli analisti hanno affermato che il percorso cinese di modernizzazione riguarda la prosperità comune per tutti, e sarà realizzato dallo sviluppo pacifico e, sotto questo aspetto, è completamente diverso dalla modernizzazione occidentale, che è il risultato dell’ascesa dell’egemonia e si basa sul saccheggio e invadere altre nazioni e a livello nazionale si basava su uno sviluppo irregolare tra classi e gruppi razziali diversi.

La modernizzazione cinese avrà successo insieme alla modernizzazione di altre nazioni e creerà possibilità per altri paesi di realizzare la loro modernizzazione e sviluppo, e non costringerà gli altri ad accettare la sua ideologia. Non utilizzerà sistemi di alleanze per consentire ad altri paesi di rinunciare alla propria autonomia o di essere soggetti all’egemonia, hanno osservato gli esperti.

Compiti e sfide future

Xi ha affermato che i prossimi cinque anni saranno cruciali per garantire che gli sforzi per costruire un paese socialista moderno a tutti gli effetti inizino bene.

“Costruire un paese socialista moderno sotto tutti gli aspetti è un’impresa grande e ardua. Il nostro futuro è luminoso, ma abbiamo ancora molta strada da fare. Dobbiamo quindi essere più consapevoli dei potenziali pericoli, essere preparati ad affrontare il caso peggiore scenario ed essere pronti a resistere a forti venti, acque agitate e persino tempeste pericolose”, ha affermato Xi.

Il motivo fondamentale per cui la Cina deve essere preparata allo scenario peggiore e persino a “tempeste pericolose” è che la modernizzazione cinese, che è molto diversa dalla modernizzazione occidentale, porterà sfide all’egemonia che ora sta dominando l’attuale ordine mondiale. Questa egemonia e i suoi seguaci non accettano che la Cina avrà successo, perché ciò potrebbe portare alla fine del sistema che hanno costruito per servire ingiustamente i loro interessi, hanno osservato gli esperti.

“La sicurezza nazionale è la base del ringiovanimento nazionale e la stabilità sociale è un prerequisito per costruire una Cina forte e prospera”, ha affermato Xi. “Il Partito adotterà misure coordinate per garantire la sicurezza esterna e interna, la sicurezza nazionale e pubblica, la sicurezza tradizionale e non tradizionale, nonché la propria sicurezza e sicurezza comune.

——————————————————–

Alcuni link

https://www.globaltimes.cn/page/202210/1277250.shtml

https://www.globaltimes.cn/page/202210/1277229.shtml

https://www.globaltimes.cn/page/202210/1277276.shtml

https://www.globaltimes.cn/page/202210/1277269.shtml

https://www.globaltimes.cn/page/202210/1277279.shtml

Servizio Precedente

REFERENDUM 22 OTTOBRE - Dopo 5 anni di nulla assoluto due eventi sull'autonomia a Pavia e Schio

Prossimo Servizio

POPULISMO DI LOTTA E DI GOVERNO - Chi rimpiange l'aula vuota per il taglio (votato) dei parlamentari?

Ultime notizie su Politica