Il presidente catalano: Vogliamo l’indipendenza!

Lettura 1 min

Il presidente catalano, Pere Aragone’s, in un’intervista a “la Repubblica” dice che “in Catalogna c’e’ ancora una situazione di repressione da parte dello Stato. Noi ci siamo presentati con una doppia proposta: arrivare a una soluzione del conflitto politico tra Catalogna e Spagna basata in un referendum per l’indipendenza, e una legge di amnistia. E dall’altra parte una proposta di ricostruzione economica e sociale”.

Poi spiega cosa resta dell’esperienza del 2017, culminata con il referendum e l’ondata dl arresti. “Il movimento indipendentista mantiene la sua volonta’ di fa’re in modo che la Catalogna diventi al piu’ presto uno Stato indipendente. Nel 2017 si sono visti in modo chiaro, da una parte, la risposta dello Stato, dall’altra i nostri limiti. Percio’ sosteniamo la necessita’ che le formazioni indipendentiste superino il 50 per cento dei voti in tutte le elezioni catalane, ma vogliamo anche legare la proposta a un governo di orientamento progressista”.

Secondo il presidente della Generalitat, “il dibattito sull’indipendenza dev’essere accompagnato da un’ampia maggioranza parlamentare. La mia proposta e’ di formare una grande alleanza tra tutte le forze politiche che difendono il referendum e la liberta’ dei detenuti. La questione dell’indipendenza si dovra’ risolvere in maniera negoziata e democratica con lo Stato. E l’ultima parola spettera’ ai cittadini catalani”, ha concluso Aragone’s. 

Servizio Precedente

Emanuela Orlandi, il fratello: non si trovano verbali rivelazione De Pedis

Prossimo Servizio

Lazio asfalta Lombardia. Attivo a Fiumicino primo centro vaccini in un aeroporto

Ultime notizie su Politica