Il premier catalano: Nel 2024 riprende il negoziato con Madrid. Avanti con amnistia contro rappresaglia referendum

27 Dicembre 2023
Lettura 1 min

“Il 2024 deve essere l’anno in cui affrontiamo la seconda fase del processo di negoziato con lo Stato, in cui la Catalogna deve poter decidere liberamente sul suo futuro”. Lo ha assicurato il presidente catalano, Pere Aragones (Erc), nel suo discorso istituzionale di fine anno, citato oggi dai media iberici. Una tappa che culminerebbe in un referendum sull’indipendenza, dopo la prima che ha assicurato la “fine della repressione” con gli indulti ai leader indipendentisti condannati per la consultazione illegale del 1° ottobre 2017, la riforma del reato di sedizione e la controversa legge di amnistia concordata con il Psoe e attualmente all’esame del Congresso. 

Per il presidente della Generalitat l’amnistia “deve essere pienamente vigente nel 2024 per consentire di recuperare la libertà e il ritorno in Catalogna” dei politici catalani riparati all’estero, “le persone colpite da rappresaglia per il loro impegno nel referendum del 1° ottobre”. Il premier Pedro Sanchez ha ripetuto più volte, anche durante la sua ultima visita in Catalogna la scorsa settimana, che il referendum di autodeterminazione cui aspira il governo catalano non si svolgerà, perché “fuori dalla Costituzione”, e ha aperto invece a una trattativa su un nuovo modello di finanziamento della regione.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Divieto pubblicazione misure cautelari, ex vice Consulta: Capo dello Stato non firmi la legge

Prossimo Servizio

Manovra, oggi Giorgetti atteso in Commissione

Ultime notizie su Politica

Ci ha lasciati il nostro collega Roberto Pisani

Roberto Pisani, giornalista, collega e collaboratore del nostro quotidiano, in questo tardo pomeriggio di febbraio è volato in cielo. Pavese, padano, onestamente autonomista e federalista, ha sempre messo la sua professione al
TornaSu