Il caso Lega-Russia: Gabrielli smentisce contatti con ambasciata su dimissioni ministri

Lettura 2 min

 Il presunto legame tra la LEGA e la RUSSIA torna a infiammare la politica contribuendo ad alimentare una campagna elettorale già nel vivo, anche se le “fonti di intelligence” citate dal quotidiano La Stampa smentiscono ogni indiscrezione, per bocca del sottosegretario con delega alla sicurezza Franco Gabrielli. L’indiscrezione vorrebbe che a fine maggio un consigliere di Matteo Salvini per i rapporti internazionali Antonio Capuano, avrebbe incontrato un funzionario dell’ambasciata russa che, secondo La Stampa, avrebbe chiesto “se i ministri della LEGA fossero intenzionati a rassegnare le dimissioni dal governo”.

Governo poi dimessosi, ma nell’ambito di una crisi aperta dal Movimento 5 stelle. Gabrielli, in una nota ufficiale, fa sapere che “le indiscrezioni in merito all’attribuzione all’intelligence nazionale di asserite interlocuzioni tra l’avvocato Capuano e rappresentanti dell’Ambasciata della Federazione Russa in Italia, per far cadere il governo Draghi, sono prive di ogni fondamento come già riferito al Copasir, in occasione di analoghi articoli apparsi nei mesi scorsi”.

Irritato il leader della LEGA Matteo Salvini, che dall’assemblea della Coldiretti aveva anticipato le parole di Gabrielli: “Mi metto nei panni di una sinistra divisa che ha fatto cadere il governo Draghi, ma è gravissimo che qualcuno diffonda queste fake news”.

Tutto questo al contrario di un centrodestra che “in tre ore ha trovato unità e accordo su programma, campagna elettorale, candidature, premiership, sulle cose da fare”. Cauto, ma netto, il segretario del Partito democratico Enrico Letta per il quale, in ogni caso, “la RUSSIA di Putin non è un alleato e noi siamo e dobbiamo essere in pessimi rapporti con la RUSSIA perché ci sta mettendo in difficoltà”.

Servizio Precedente

Celentanto: Io voto Draghi, anche se non vuole

Prossimo Servizio

Italia alla ricerca del gas per l'inverno. Germania aumenta stoccaggio

Ultime notizie su Politica