Gregoretti, audizione di Conte a Palazzo Chigi. Poi decisione su rinvio a giudizio di Salvini

Lettura 1 min

  E’ cominciata a Roma l’udienza preliminare che vede il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nella veste di teste nel caso Gregoretti. Lo apprende l’AGI da fonti giudiziarie.

Il Gup di Catania, Nunzio Sarpietro, è chiamato a decidere se rinviare o meno a giudizio Matteo Salvini per il reato di sequestro di persona per i 131 migranti bloccati al largo di Augusta e infine fatti sbarcare il 31 luglio 2019. Il 12 dicembre scorso nell’aula bunker del carcere Bicocca erano stati sentiti gli ex ministri ai Trasporti e alla Difesa, Danilo Toninelli ed Elisabetta Trenta, nonché lo stesso capo della Lega, che ha reso dichiarazioni spontanee.

“Penso che il presidente Conte abbia una posizione chiave in questo momento e credo che sia l’unico che ci possa dare delle indicazioni fondamentali per il processo”, ha detto Sarpietro arrivando a palazzo Chigi. L’udienza di oggi, ha aggiunto, dovrebbe durare un paio di ore. Alle 14 si terrà una conferenza stampa dei legali delle parti civili.

Servizio Precedente

Gimbe, inspiegabili disuguaglianze regionali nella lotta al virus

Prossimo Servizio

Università Torino studia fenomeno no vax con sette paesi europei

Ultime notizie su Politica