Grazie all’Europa, ora la Spagna “sogna” estradizione dei catalani in pochi mesi

Lettura 1 min

La decisione del Parlamento europeo di revocare l’immunita’ di Carles Puigdemont, Toni Comi’n e Clara Ponsati’ e’ un ulteriore, importante, passo per il governo spagnolo verso la richiesta di estradizione dei tre leader indipendentisti catalani. Secondo fonti dell’esecutivo di Madrid consultate dal quotidiano “El Mundo”, l’ala socialista del governo e’ “fiduciosa” che possano essere giudicati “nei prossimi mesi” dalla giustizia nazionale. L’esecutivo spera che dopo la decisione del Parlamento europeo, la giustizia belga, che e’ quella che ha l’ultima parola, dia il via libera alla richiesta della giustizia spagnola. Il caso Puigdemont ha creato nuove tensioni all’interno del governo Sanchez con il principale partner di coalizione che ha espresso il suo voto contrario in Europa insieme a Sinistra Unita, Partito nazionalista basco e Bildu. Al nuovo scontro con Unidas Podemos si e’ aggiunta la minaccia del partito indipendentista Sinistra repubblicana di Catalogna (Erc) di ritirare il suo sostegno al governo, fondamentale negli ultimi mesi per l’approvazione di importanti leggi e decreti, tra tutti la legge di bilancio 2021. 

Servizio Precedente

Puigdemont a "NewsMediaset", con revoca immunita' "violato stato di diritto"

Prossimo Servizio

Zaia: A questo punto sacrifici solo se è garantito un reddito. Su vaccini attrezziamoci da soli

Ultime notizie su Politica