Giorgetti, “Non mi riconosco più nel progetto, non mi ricandido più”

31 Luglio 2021
Lettura 1 min

Riecheccgia, fa discutere…. Quel titolo de Il Foglio rompe la quiete estiva e le certezze assolute proposte da Salvini.

Il Papeete di Giorgetti rovina la festa a Salvini: “È il mio ultimo giro, non mi ricandido più”, questo è il titolo.

 “Non mi ricandido più, questo è il mio ultimo giro, non mi riconosco più nel progetto”, avrebbe dichiarato. E il Foglio scrive che “il braccio destro di tutti i capi della Lega, da Bossi a Maroni, quello intelligente e cauto, dice in privato senza problemi che per lui è arrivata l’ora di farsi da parte perché non si riconosce più nel progetto di Matteo Salvini”.

Che sia stato l’anima dell’accordo di governo è evidente. Che sia uno degli ultimi leghisti rimasti dentro la tempesta populista è altrettanto evidente, anche se di leghista è rimasto solo l’alone come il sudore sotto le maniche della camicia. Ma fatto sta che il sasso è lanciato.

Reazioni? Basta un gesuitico silenzio a volte per ribadire un pensiero. Poi ci sono i sondaggi a fare il resto.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Bonaccini, hanno ragione Zaia e Fedriga a criticare i no vax leghisti in piazza

Prossimo Servizio

Vacanze – Boom di disdette, Delta fa paura

Ultime notizie su Politica

Amnistia per gli indipendentisti catalani, ora è legge

Gli avvocati difensori di 36 dirigenti del partito della Sinistra repubblicana catalana (Erc) condannati o processati per reati collegati al processo indipendente in Catalogna hanno sollecitato oggi l’applicazione dell’amnistia. Secondo fonti giuridiche citate
TornaSu

Don't Miss