Fontana, no a restrizioni per i vaccinati. E Occhiuto (Calabria): D’accordo con Fedriga e Toti che limiti vanno per no vax

Lettura 1 min

In Lombardia la campagna vaccinale ha ottenuto eccellenti risultati, trainando, con un sesto della popolazione, anche il dato nazionale. Lo ha evidenziato sulla propria pagina Facebook il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana facendo il punto sulla campagna vaccinale. “Nn dobbiamo fermarci, dobbiamo insistere e convincere i cittadini a completare il ciclo vaccinale con la terza dose – ha continuato Fontana ricordando che – Allo stesso tempo non va disperso lo straordinario risultato raggiunto, e anzi, va valorizzato l’atteggiamento degli oltre 8 milioni di Lombardi che hanno con convinzione e senso di responsabilita’ aderito alla vaccinazione”. “Non possiamo pensare a restrizioni per questi cittadini che hanno dimostrato fiducia, consapevolezza e senso del bene comune” ha concluso nel suo post sui social.

Più netto il neogovernatore calabrese.

“Se si dovessero rendere necessarie nuove restrizioni – e il vero gradone e’ rappresentato a mio avviso dalla cosiddetta zona arancione – queste dovrebbero coinvolgere esclusivamente coloro che non si sono vaccinati. La stragrande maggioranza degli italiani ha dato fiducia alla scienza e con senso di responsabilita’ nei confronti della comunita’ si e’ sottoposta al vaccino. Non sarebbe giusto far pagare a questa maggioranza la scelta incomprensibile di una minoranza, In questo senso concordo con il presidente Fedriga e con il presidente Toti”. Cosi’, in una nota, il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto.

Servizio Precedente

Ho un figlio. Dimissioni volontarie. Il record in Emilia Romagna, donne le più penalizzate

Prossimo Servizio

Bertolaso: Ritirare Green pass a chi non fa richiamo vaccino

Ultime notizie su Politica