Fedriga frena su partito unico. Meglio unico portavoce in Parlamento

Lettura 1 min

“Un partito unico non si crea in provetta. Cominciamo con la federazione. Poi vedremo…”. A dirlo, in un’intervista a Repubblica, è Massimiliano Fedriga, leghista, governatore del Friuli e presidente della Conferenza delle Regioni, che definisce quella di Berlusconi una proposta “in buona fede” ma “forse prematura”. “Entro subito nel merito – spiega Fedriga – e dico che è bene iniziare con la federazione che è già un passo importante. È utile, anche all’interno del governo, che il centrodestra possa parlare con una voce sola”. Sul passo del leader di FI, Fedriga commenta: “Ritengo che lui creda davvero nel progetto. Sa che l’unità del centrodestra è un valore. Ma non è il momento di parlare di partiti unici. Lavoriamo per una chiarezza delle coalizioni, per l’unità di intenti”. Ad esempio, spiega, “si lavorerà velocemente su portavoce unici dei gruppi parlamentari. L’importante è fare squadra, in vista di appuntamenti come le riforme di fisco e giustizia”.In ogni caso, “conviene a tutti, questa federazione. Dovrebbe coinvolgere in prospettiva pure Meloni”.

Servizio Precedente

I bambini, i pellerossa e il vecchio West. Come ci manca John Wayne

Prossimo Servizio

Mix di vaccini, il NO del Lazio

Ultime notizie su Politica