Elly Schlein ha vinto le primarie del Pd

26 Febbraio 2023
Lettura 1 min

Quando è stato scrutinato l’80% dei seggi delle primarie del Pd, Stefano Bonaccini è al 46,2%, mentre Elly Schlein al53,8%. Lo ha reso noto Silvia Roggiani, presidente della commissione del congresso nazionale del Pd.

E’ la prima donna alla guida del partito. Ed è la più giovane: ha 38 anni. Con un breve discorso, lo sfidante ha riconosciuto la sconfitta: “La prima cosa che chiedo è mandare un applauso a Elly Schlein – ha detto Bonaccini – Ha prevalso Elly e io sono a disposizione per dare una mano”. Nessuna scissione, ha ribadito Bonaccini: “Da domani tutti dobbiamo dare una mano per il rilancio del Pd, sentiamo la responsabilità di metterci a disposizione, dobbiamo dare una mano a Elly. Io l’ho sempre detto: se avessi vinto avrei chiesto ad Elly di darmi una mano, ha prevalso Elly e senza chiedere nulla per me sono pronto a dare una mano”. 

“Ho sentito pochi minuti fa Elly Schlein. Le ho fatto un grande in bocca a lupo per la grande responsabilita’ che assume questa sera alla guida del Pd”. Cosi’ Stefano Bonaccini. 

“Un’onda travolgente cui nessuno credeva. Un’onda di speranze, di rabbia, di orgoglio, di entusiasmo che ha portato il popolo democratico a scegliere di farsi guidare verso il futuro da una giovane donna. Oggi inizia davvero una nuova storia”. Lo scrive su Twitter Dario Franceschini. 

“Auguri ad Elly Schlein, segreteria del Pd. Riuscira’ laddove io non ce l’ho fatta. Complimenti a Bonaccini per tutto, anche per le parole di stasera. Grazie infinite alle migliaia di volontari che hanno reso possibile questo successo di democrazia e partecipazione”. Lo scrive sui social network Enrico Letta. 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Strage di migranti, Mattarella interpella l’Europa. Vertice in prefettura a Crotone

Prossimo Servizio

Più della metà degli italiani non conosce la classe energetica del proprio immobile

Ultime notizie su Politica

Amnistia per gli indipendentisti catalani, ora è legge

Gli avvocati difensori di 36 dirigenti del partito della Sinistra repubblicana catalana (Erc) condannati o processati per reati collegati al processo indipendente in Catalogna hanno sollecitato oggi l’applicazione dell’amnistia. Secondo fonti giuridiche citate
TornaSu

Don't Miss