E votano anche in Kosovo

Lettura 1 min

Urne aperte oggi, 14 febbraio, in Kosovo per le elezioni parlamentari anticipate. Il sesto voto nella storia del giovane Paese balcanico, a pochi giorni dal 13mo anniversario della dichiarazione di indipendenza dalla Serbia, e’ decisivo anche per la definizione dei futuri equilibri necessari ad eleggere il nuovo presidente della repubblica. Uno snodo importante dunque per il Kosovo, che potrebbe essere caratterizzato da un rinnovo profondo della classe dirigente anche a seguito della convocazione a l’Aia del presidente dimissionario Hashim Thaci accusato dal Tribunale speciale Uck di crimini di guerra e contro l’umanita’.

Sono 28 le liste elettorali registrate per partecipare alle elezioni odierne in Kosovo, mentre al loro interno 47 candidati non sono stati abilitati a correre per il voto di domenica. Tra questi anche il favorito per la vittoria finale: il leader del Movimento Vetevendosje Albin Kurti. Il Vetevendosje ha confermato comunque che l’ex premier guidera’ la lista, assicurando gli elettori che possono votare senza problemi per Kurti. Il Movimento Vetevendosje si presenta di gran lunga primo nei consensi, stando agli ultimi sondaggi che lo danno tra il 41 ed il 50 per cento e staccato di almeno 20 punti percentuali dalla seconda piazza contesa tra i due storici partiti Lega democratica del Kosovo (Ldk) e Partito democratico del Kosovo (Pdk).

Servizio Precedente

Catalogna al voto (beati loro)

Prossimo Servizio

Puigdemont: Se indipendentismo supera 50% subito amnistia e referendum

Ultime notizie su Politica