E Salvini pensa a una federazione del centrodestra, col Cav. Ma in Europa resta dov’è…

Lettura 3 min

“Ripeto, oggi il problema degli italiani, non è la legge elettorale, chi entra e chi esce, ma avere una prospettiva, una visione, avere una speranza. Quindi, quello che propongo agli alleati del centrodestra, è unirci, federarci, per ragionare non per il domani mattina ma per l’Italia del 2040, per il futuro dei nostri figli…”. Lo ha detto Matteo SALVINI a Skytg24, commentando anche gli ultimi cambi di casacca da Fi alla Lega. Il leader del Carroccio ha spiegato come intende rinnovare e cambiare faccia al centrodestra: ”La battaglia del 2020 non può essere la battaglia del 1990… C’è una società cambiata. Abbiamo alcuni valori di fondo. Oggi bisogna coniugare le battaglie storiche del centrodestra degli ultimi 30 anni -portate avanti innanzitutto da Berlusconi che ha avuto il merito storico di unire, di compattare e di dar voce a un popolo che era stato dimenticato – aggiornandole, però, al 2020. Mettendo al centro la libertà, la libertà d’impresa soprattutto, perchè abbiamo gente come Zingaretti, Di Maio, che privilegia l’assistenzialismo e lo statalismo e gli aiuti agli amici degli amici”. Ha ragione Berlusconi quando dice che il centrodestra non esiste senza Fi? ”In democrazia hanno sempre ragione i cittadini, quindi, non guardo i numeri”, ha tagliato corto SALVINI per aggiungere: ”l’unico sondaggio che mi interessa è quello degli italiani che lavorano a fine mese. Certo, la Lega è il primo partito e il centrodestra è maggioranza assoluta in questo Paese, governiamo 14 Regioni su 20 e migliaia di Comuni. 

“Con Berlusconi oggi, al telefono, abbiamo parlate di tasse e di lavoro, al di là delle beghe che si leggono sui giornali e penso interessino poco gli italiani. Ci sono manovre economiche che il governo sta portando in Parlamento, decreti, che però stanno dimenticando milioni di italiani. Penso alle partite Iva, ai precari, ai liberi professionisti. Ho concordato con Berlusconi una battaglia comune del centrodestra in Aula su pochi obiettivi, per raggiungere importanti risultati che cambino al vita a chi è davanti al tv. In questo momento ci sono alcuni italiani garantiti, che possono stare a casa o possono andare al lavoro, a cui la vita non cambia molto e altri che invece rischiano di perdere tutto… Abbiamo concordato una battaglia comune del centrodestra al fianco dei produttori e degli italiani più in difficoltà degli altri. Gli emendamenti alla legge di bilancio saranno fatti insieme”.

Infine….  “Noi a Strasburgo rimaniamo nel nostro gruppo parlamentare, assolutamente. Noi ascoltiamo tutti ma non facciamo come Renzi che salta di palo in frasca o come i 5 Stelle che votano con Francia e Germania in Europa e governano con Renzi in Italia”.

Servizio Precedente

Fondi Lega: Sostegni a pm, volevo aprire ristorante

Prossimo Servizio

Mascherine non conformi, Codacons diffida Regione Lombardia

Ultime notizie su Politica