Di Matteo: legge Cartabia solo contro crimini di strada. Per la corruzione la casta non ha premura?

Lettura 1 min

“È il momento più buio per noi toghe. E la legge Cartabia viola la Costituzione. La maggioranza di turno potrà ad esempio in futuro stabilire che bisogna perseguire prima la criminalità da strada e poi, solo se resta tempo, i reati di corruzione o tipici dell’abuso di autorità. Così si mina l’obbligatorietà dell’azione penale e l’autonomia e indipendenza della magistratura. Non è solo un problema della casta della magistratura. Intravedo un grave pericolo per i cittadini e le minoranze che si oppongono alla maggioranza di turno”. Così in una intervista al Fatto Quotidiano il pm Nino Di Matteo.

Servizio Precedente

Ponte di Ognissanti, spesi 80 milioni in meno su pre Covid

Prossimo Servizio

"Crocodile rock", i libri che uniscono musica e animali

Ultime notizie su Politica