Coordinamento Nord (Bernardelli, Castelli, Reguzzoni, Leoni, Pagliarini, Bastoni): Grimoldi insultato ed espulso ma diceva la verità

25 Giugno 2024
Lettura 1 min

“La Lega oggi è un partito completamente diverso dal movimento federalista delle origini, e crediamo che tutti ormai se ne rendano conto. Grimoldi ha avuto il coraggio di dirlo e di chiedere inutilmente conto, ne ha ricavato insulti e l’espulsione senza neppure essere ascoltato. La Lega ha paura del confronto”. Così in una nota alcuni Ex leghisti, come Roberto Castelli, Marco Reguzzoni, Giuseppe Leoni, Max Bastoni, Giancarlo Pagliarini e Roberto Bernardelli, riuniti nel ‘Coordinamento Nord’, sull’espulsione dal partito guidato da Salvini dell’Ex segretario della Lega lombarda Paolo Grimoldi. “Non ci sorprende la sua espulsione – aggiungono -. Da un lato Salvini non controlla più il partito, dall’altro è lo stile degli ultimi nove anni in cui non sono stati fatti congressi. La dirigenza della Lega ha forse coinvolto la base nella scelta della candidatura di Vannacci?”. Per Grimoldi “e chi vorrà seguirlo, abbiamo braccia aperte – conclude il comunicato -. Ci stiamo coordinando per unire chi crede ancora nel federalismo, nell’autonomia e nella libertà. Anche di espressione”.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Il saggio “Federalismo e libertà” del 1924 del lombardo Molaschi, ignorato (ovviamente) dalla sinistra

Prossimo Servizio

Meloni all’attacco dell’Europa: Non piace ai cittadini, classe dirigente ha vecchie logiche

Ultime notizie su Politica

Mosca: Con ritiro Biden molto può cambiare

 Il Cremlino monitorerà la situazione, ma considera prioritari non i risultati delle elezioni americane, ma il raggiungimento degli obiettivi del Distretto militare centrale. Lo ha detto il portavoce del presidente russo Dmitry

Biden si ritira dalla corsa per Casa Bianca

Joe Biden ha abbandonato la sua corsa per la rielezione alla Casa Bianca. 81 anni, Biden alla fine ha dovuto cedere alle pressioni sempre più forti di quelli che riteneva i suoi più stretti alleati (tra
TornaSu