Catalogna, socialisti spagnoli temono concessioni fiscali

Lettura 1 min

Il comitato federale del Partito socialista operaio spagnolo (Psoe), dopo alcuni malumori interni, ha approvato l’operazione “concordia” del governo in Catalogna con la concessione degli indulti. Diversi leader territoriali temono pero’ che le concessioni del governo di Pedro Sanchez agli indipendentisti possano rafforzare il “divario economico tra i territori”. Secondo il quotidiano “El Mundo”, questa preoccupazione e’ emersa in alcuni degli interventi durante la riunione del comitato federale del Psoe di ieri da parte di diversi esponenti regionali del partito. La fiscalita’ e gli investimenti, infatti, sono due temi che saranno molto presenti nel dialogo tra il governo e la Generalitat e la preoccupazione e’ che possa essere privilegiata rispetto ad altre aree del Paese.

“Il modello di finanziamento rappresenta l’uguaglianza tra gli spagnoli, che ora non e’ garantita”, e’ stato il messaggio di Ximo Puig, presidente della Comunita’ valenciana. “Pensiamo che sia un bene che anche la Catalogna lo chieda, ma noi lo chiediamo da molti anni”, ha aggiunto Puig, ricordando che per garantire i servizi pubblici e’ necessaria una riforma del sistema di finanziamento “che sia equa e senza privilegi”.

Servizio Precedente

Salvini ancora sulla Nazionale in ginocchio: spero lo facciano solo quando fanno gol

Prossimo Servizio

Uffizi replicano a lavoratori: 100% richiamato da cassa integrazione

Ultime notizie su Politica