Castelli, nasce il Partito Popolare del Nord. Il 27 novembre prima uscita ufficiale

23 Novembre 2023
Lettura 2 min

Il dado è tratto. Nasce il Partito Popolare del Nord. Il progetto sarà presentato lunedì 27 novembre 2023 alle ore 11.00 alla Fondazione Stelline a Milano, in Corso Magenta 61.

Interverrà Roberto Castelli, ex ministro della Giustizia, Segretario Federale del Partito Popolare del Nord.

In una nota si legge che il Nord è rimasto senza voce: da qui le ragioni della nascita del PPN. Saranno illustrati scopi e valori, le elezioni del 2024.

“Il Partito Popolare del Nord – Autonomia e Libertà è costituito da Donne e Uomini liberi delle Terre del Nord che si riconoscono nei valori di libertà, autonomia e democrazia; nei valori della tradizione giudaico cristiana, nella difesa delle persone che crescono e lavorano per consentire alle future generazioni una vita libera e degna di essere vissuta; nei valori della solidarietà, dell’attenzione per i fragili e per i più bisognosi. Il PPN opera in Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige/Sudtirol, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia Romagna, Marche”.

“Crediamo nella sovranità sulle nostre terre – prosegue la nota – e nella difesa dei nostri popoli che da secoli vivono, abitano, lavorano e faticano per garantire alla future generazioni una vita degna e libera; riteniamo che tutti abbiano diritto allo studio, alla crescita personale e al benessere economico. Rivendichiamo il diritto a chiedere la più ampia autonomia di governo territoriale, così come previsto dal titolo V della Costituzione; rivendichiamo il diritto di chiedere la riforma della Costituzione, ai sensi dell’art. 138, per perseguire un assetto dello Stato in senso federale, sulla base del principio della sussidiarietà; denunciamo l’eccesso di potere dello Stato concepito ancora sul retaggio napoleonico, ormai antistorico; esortiamo noi stessi, e tutti coloro che saranno chiamati come amministratori a decidere nelle sedi istituzionali, a servire lealmente il mandato popolare e le istanze politiche del Nord. Intendiamo operare contro il sistematico squilibrio fiscale che depaupera il Nord attraverso un residuo fiscale che convoglia le risorse finanziarie generate con onesto lavoro verso lo Stato centrale, uno squilibrio che provoca, attraverso un’iniqua redistribuzione dei proventi fiscali, in totale assenza di meccanismi di controllo dei beneficiari e in assenza di adozione di pratiche amministrative virtuose, un residuo fiscale negativo che non ha pari in nessun altro Stato al mondo”.

Roberto Castelli, Segretario Federale del Partito Popolare del Nord – Autonomia e Libertà, (Lecco, 12 luglio 1946) è storico esponente della Lega Nord, prima tessera nel 1987. Ingegnere meccanico laureato al Politecnico di Milano, è stato insignito nel 2021 della medaglia dell’Ordine professionale per i 50 anni di attività. Deputato e poi Senatore della Repubblica dal 1992 al 2013, è stato Ministro della Gius zia nei Governi Berlusconi II e III (2001-2006) e Viceministro presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per il Governo Berlusconi IV (2009-2011). Uscito dalla politica nel 2013 con la nascita del Governo Monti , nel giugno 2021, su pressione di molti autonomisti rimasti senza riferimenti politici, ha fondato l’Associazione culturale Autonomia e Libertà, nata per tenere vivo il tema dell’Autonomia, mai contemplato nell’agenda del Governo di Roma dopo i referendum di Lombardia e Veneto nel 2017. Si è dimesso dalla Salvini Premier il 22 settembre 2023 in totale disaccordo con la svolta centralista e meridionalista del par to, che ha abbandonato un Nord da troppo tempo senza voce e gravato da problemi storici di un centralismo soffocante e iniquo: “la Lega non esiste più, almeno per come l’abbiamo conosciuta e vissuta”. Il 20 novembre 2023 ha fondato il Partito Popolare di Nord – Autonomia e Libertà di cui è Segretario Federale. E’ affiancato da storici esponenti della Lega, da amministratori in Enti locali, da priva cittadini che svolgono professioni nella società.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

CITTA’ A MISURA D’UOMO COME VOLEVA LA PIRA – A Pimonte un altro “miracolo”: Comune dà il via a progetto della casa bottega per ragazzi autistici

Prossimo Servizio

Patto Roma-Berlino letto dai media stranieri

Ultime notizie su Politica

Ci ha lasciati il nostro collega Roberto Pisani

Roberto Pisani, giornalista, collega e collaboratore del nostro quotidiano, in questo tardo pomeriggio di febbraio è volato in cielo. Pavese, padano, onestamente autonomista e federalista, ha sempre messo la sua professione al
TornaSu