Caso Macron-Zelensky, Bonino: Meloni ha fatto bene a rimarcare lo sgarbo

10 Febbraio 2023
Lettura 1 min

“Stavolta Meloni ha fatto bene a rimarcare lo sgarbo avvenuto”. Lo dice l’ex ministra Emma Bonino in un’intervista a La Stampa dopo l’incidente diplomatico con Macron. Ma ricorda che anche la premier “nei suoi viaggi ha ostentatamente evitato Parigi, dando priorità a Berlino, non ha fatto una scelta sagace”. “L’ultima vera concertazione tra leader europei su Kiev, a parte quelle gestite dalle istituzioni Ue, aveva visto Draghi protagonista, assieme a Macron e Scholz. Ma ora non si capisce – osserva Bonino – il perché di un ‘declassamento’ di questo governo rispetto a quello che lo ha preceduto, visto che la continuità del sostegno all’Ucraina e alla Nato è stata ribadita dalla Meloni senza se e senza ma, fin dall’inizio”.

“Premetto – prosegue l’ex ministra degli Esterni – che non condivido nessuna delle iniziative che Meloni porta avanti in Italia, ma la gestione di questa vicenda ha il tratto di un affronto pubblico al governo, se non al Paese. L’Italia ha un ruolo internazionale non secondario rispetto a quello di Francia e Germania, senza parlare del Trattato del Quirinale appena entrato in vigore. E Zelensky, che è attentissimo alle vicende europee, avrà notato questo cambio di geometrie politiche, quindi la premier ha fatto bene a sottolineare che c’è stato uno sgarbo”. Ma aggiunge: “È evidente che per Macron i viaggi recenti di Meloni, che ha ostentatamente evitato Parigi, dando priorità a Berlino, hanno segnalato che la presidente del Consiglio non era interessata a coordinarsi con l’Eliseo in vista del Consiglio europeo”.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Tregua dei prezzi al distributore. Per ora

Prossimo Servizio

Salvini annuncia progetto di legge: Reato di strage di animali. Esche killer, traffico cuccioli e maltrattamento, pene più severe

Ultime notizie su Politica

Meloni apre i lavori del G7 in Puglia

Ha preso il via nel resort di Borgo Egnazia, in Puglia, il vertice G7 organizzato dall’Italia e guidato dalla premier Giorgia Meloni. I primi ad arrivare sono stati il ​​presidente della Commissione Ue, Ursula

Amnistia per gli indipendentisti catalani, ora è legge

Gli avvocati difensori di 36 dirigenti del partito della Sinistra repubblicana catalana (Erc) condannati o processati per reati collegati al processo indipendente in Catalogna hanno sollecitato oggi l’applicazione dell’amnistia. Secondo fonti giuridiche citate
TornaSu

Don't Miss