Calenda: Che errore allargare l’Ue a Orban, col diritto di veto. L’Ungheria vale meno della Lombardia

Lettura 1 min

 L’allargamento dell’Unione europea “e’ stato un errore gravissimo. Abbiamo dato diritto di veto a Orban, all’Ungheria, che vale meno della Lombardia, con tutto il rispetto per la Lombardia”. Lo ha detto il leader di Azione, Carlo Calenda, ospite di “Mezz’ora in piu'” su Rai3.

“Draghi e Macron sono gli unici leader che possono impedire agli Stati Uniti e alla Nato di fare fughe in avanti. L’Europa deve avere una politica estera autonoma, l’Ucraina è un pezzo dell’Europa. Da qui nasce o non nasce l’Europa, che deve avere una politica estera che non sia soggetta nè alla politica di Putin, nè a quella dell’America”. 

E poi ha aggiunto:  “Da Trump in poi la destra ha subito un’involuzione che ha portato a un liberi tutti. E’ diventata il presidio di ‘fai quel cacchio che ti pare’. Non c’e’ nessun dovere”.

Servizio Precedente

In Liguria l'8 maggio festa della Mamma è come l'8 dicembre, festa dell'Immacolata Concezione?

Prossimo Servizio

Vertice Conferenza Regioni con Giorgetti e Fedriga

Ultime notizie su Politica